MyExperience Molise




"The Creative Gesture"

International and Interdisciplinary Symposium

University of Molise, Campobasso (Italy)



28 - 29 - 30 maggio 2024

 
Invited Speakers


Guido Baggio

Università Roma Tre


Guido Baggio è professore associato di Filosofia teoretica presso il Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo dell'Università Roma Tre e direttore del Centro Interuniversitario di Ricerca “Pragmatismo, Costruzione dei saperi e formazione”. È autore di La mente bio-sociale. Filosofia e psicologia in G.H. Mead (2015), Fuori prezzo. Lyotard oltre il postmoderno (2016), e Filosofia e patologia in D.F. Wallace (2022). Coordina la sezione Multilingua dello European Journal of Pragmatism and American Philosophy. È guest editor del numero speciale su Pragmatism and Enactivism per Phenomenology and the Cognitive Sciences (2024). Ha curato, insieme a Fausto Caruana, Andrea Parravicini e Marco Viola, l'antologia Emozioni. Da Darwin al pragmatismo (2020) e con Gabriele Quinzi i volumi collettanei Pensare l’affettività (2021) e Empatia tra teoria e clinica (2023). È inoltre autore di diversi contributi su pragmatismo, filosofia della psicologia e delle scienze cognitive, filosofia e letteratura.

Andrea Carbone

Università degli Studi di Roma "La Sapienza"


Andrea Carbone è professore associato di Diritto amministrativo presso il Dipartimento di Scienze giuridiche della Sapienza Università di Roma. Ha conseguito un dottorato di ricerca in Diritto amministrativo (Sapienza), un PGDip in Public Law (Londra) e un Magister Juris (Sapienza). È autore di diversi libri, tra cui Potere e situazioni soggettive nel diritto amministrativo, voll. I, II-1 e II-2 (Torino, Giappichelli, 2020, 2022 e pubblicazione nel 2023), e di numerosi articoli scientifici e curatele, tra cui la coedizione di Concetti tradizionali del diritto amministrativo e loro evoluzione (Napoli, Jovene, 2020). È co-fondatore e co-direttore del gruppo accademico Laboratorio di diritto amministrativo e co-editore della relativa collana di volumi Dialoghi di diritto amministrativo. Membro dell'European Public Law Organization (EPLO) dal 2016, ricercatore ospite presso il Max- Planck-Institut für ausländisches öffentliches Recht und Völkerrecht, Heidelberg, nel 2016, 2018 e 2023, relatore invitato presso il Deutsches Forschungsinstitut für öffentliche Verwaltung, Speyer, 2019, è stato ammesso come Chercheur invité presso Paris II-Panthéon Assas per il 2024. I suoi principali campi di specializzazione sono il diritto pubblico e la teoria generale del diritto processuale.

Barbara Formis

Université Paris I, Panthéon-Sorbonne


Barbara Formis è una filosofa italiana, professoressa di Estetica e Filosofia dell’arte presso la Scuola delle Arti dell'Université Paris I, Panthéon-Sorbonne, e membro dell'Istituto ACTE (EA 7539). Il suo lavoro si concentra sulla filosofia del corpo e sulle sue applicazioni al pragmatismo, all'estetica e agli studi di genere. Avendo esperienza come danzatrice e lavorando come drammaturga, la sua ricerca combina teoria e pratica e presta particolare attenzione al ruolo dell'arte performativa contemporanea nei fenomeni sociali e nella vita ordinaria. È membro fondatore di Pragmata (Associazione francese di studi pragmatisti) e di EVA Network (European Network on Everyday Aesthetics). Barbara è anche co-direttrice, con Judith Michalet, della collezione "Ressorts Esthétiques" presso le Publications de la Sorbonne e co-direttrice, con Mélanie Perrier, del Laboratoire du Geste. È stata a capo del team EsPAS (Esthétiques de la Performance et Arts de la Scène, Institut ACTE) e ha pubblicato Esthétique de la vie ordinaire (Presses Universitaires de France, 2010), Gestes à l'œuvre (dir. De l'Incidence, 2008, ristampa 2015) e Penser en corps. Soma-esthétique, art et philosophie (dir. L'Harmattan, 2009).

Antonis Iliopoulos

Oxford University’s School of Archaeology


Antonis Iliopoulos è ricercatore associato presso la School of Archaeology dell'Università di Oxford. Ha conseguito un HBSc in antropologia forense (U Toronto), un MPhil in evoluzione umana (Cambridge) e un DPhil in archeologia cognitiva (Oxford). La sua ricerca si concentra sulla co- evoluzione della significazione materiale e della cognizione umana, ponendo l'accento sul ruolo dei primi ornamenti corporei per leorigini della nostra capacità di simbolismo. In qualità di ricercatore post-dottorato nell'ambito del progetto ERC HANDMADE ha anche studiato la varietà creativa del gesto nei laboratori di ceramica di tutta la Grecia. I suoi articoli sono stati pubblicati da Phenomenology and the Cognitive Sciences, Philosophy and Technology, Punctum, Quaternary International, Semiotica, and Signs and Society. Attualmente sta ultimando la sua prima monografia, intitolata “Early Body Ornaments and the Origins of our Semiotic Mind,” per la Bloomsbury Advances in Semiotics.

Giovanni Maddalena

Università degli Studi del Molise


Giovanni Maddalena è professore ordinario di Filosofia teoretica presso l'Università del Molise. Si occupa di filosofia americana, in particolare di Charles S. Peirce e dei pragmatisti classici. È autore di numerosi libri e di oltre cento articoli scientifici. Fulbright Research Scholar (2010), Professeur Invité all'École Normale Supérieure (2015), professore invitato all'Università di San Paolo (Brasile), Santa Fe (Argentina), ha proposto un nuovo paradigma di ragionamento in The Philosophy of Gesture. Completing Pragmatists' Incomplete Revolution (2015) e La filosofia del gesto (2021). Ha curato (con Fabio Ferrucci, Michela Bella e Matteo Santarelli) il volume collettaneo Contemporary Studies in Gestures (in uscita nel 2024). È autore di Il pensiero di Vasilij Grossman (2023) e coautore (con Guido Gili) di The History and Theory of Post-truth Communication (2020). È Senior Fellow dell'Institute of American Thought (IUPUI, Indianapolis) e membro del consiglio scientifico del Dipartimento di Filosofia dell'École Normale Supérieure (Parigi). È cofondatore e direttore esecutivo dell'European Journal of Pragmatism and American Philosophy, cofondatore ed ex presidente dell'Associazione Pragma e cofondatore e direttore del Vasily Grossman Study Center. Dirige la collana Biblioteca del Leonardo presso l'Editore Carabba.

Núria Sara Miras Boronat

University of Barcelona


Núria Sara Miras Boronat è professore associato di Filosofia morale e politica e responsabile dell'Ufficio per l'uguaglianza di genere dell'Università di Barcellona. Il suo ultimo libro Filòsofes de la contemporaneïtat (2023) è dedicato alle donne filosofe politiche: Jane Addams, Charlotte Perkins Gilman, Judith Shklar, Angela Davis, Audre Lorde e Vandana Shiva. Inoltre, ha curato (con Michela Bella) Women in Pragmatism: Past, Present, and Future (2022) e ha contribuito con capitoli a The Oxford Handbook of Jane Addams (2023) e The Routledge Companion to Pragmatism (2023). Insieme a Just Serrano, cura la sezione spagnola e catalana della sezione multilingue dell'European Journal of Pragmatism and American Philosophy ed è cofondatrice, insieme a Chiara Ambrosio, del Women in Pragmatism Network. Ha inoltre curato la prima traduzione di Jane Addams in catalano (Democràcia i ètica social, 2022).

Alberto Romele

Sorbonne Nouvelle University


Alberto Romele è professore associato di media e comunicazione (semiotica, pragmatica ed ermeneutica) presso l'ICM, Istituto di Comunicazione e Media presso l'Università Sorbonne Nouvelle. È stato ricercatore presso l'IZEW, il Centro internazionale per l'etica nelle scienze e nella tecnologia dell'Università di Tubinga, professore associato di filosofia ed etica della tecnologia all'Università Cattolica di Lille e ha svolto un postdoc presso l'Università di Porto. Ha conseguito il dottorato di ricerca presso l'Università di Verona. La sua ricerca si concentra sull'ermeneutica digitale, sugli immaginari dell'IA e, più recentemente, sull'uso di immagini popolari nella comunicazione della scienza e della tecnologia. Le sue ricerche sono state pubblicate su riviste scientifiche internazionali fra le quali Theory, Culture & Society, Surveillance & Society e AI & Society. È autore di due monografie: Digital Hermeneutics: Philosophical Investigations in New Media and Technologies (2019); Digital Habitus: A Critique of the Imaginaries of Artificial Intelligence (2023).

Arvi Särkelä

ETH di Zurigo


Arvi Särkelä è ricercatore post-dottorato presso l'ETH di Zurigo e professore associato (Privatdozent) presso l'Università di Lucerna e l'Università di Tampere. È autore di Vicious Circles (di prossima pubblicazione) e di Immanente Kritik und soziales Leben (2018), libri che prospettano nuove possibilità di critica sociale creativa. Con Martin Hartmann ha curato il recente libro Naturalism and Social Philosophy (2023) e con Axel Honneth l'edizione tedesca delle lezioni di Dewey in Cina (Dewey, Sozialphilosophie, 2019). Nella ricerca si occupa di storia della filosofia, filosofia sociale e filosofia della cultura. Ha pubblicato numerosi articoli su Adorno, Wittgenstein, Dewey, Nietzsche ed Hegel, nonché sull'idea di patologia sociale e sul ruolo delle metafore in filosofia.





Contatti


INFO: cor@unimol.it

Seguici